Gli itinerari proposti dall’Antico Casale Urbani

Voglio sorprenderti! Voglio regalarti paesaggi incontaminati, arte, tradizioni, testimonianze di una cultura millenaria… Voglio regalarti l’Umbria!

La poderosa facciata del Duomo di Spoleto con i rosoni e il Campanile Cuspidato, lo spettacolo mozzafiato della Cascata delle Marmore tra le più alte d’Europa: 165 metri, suddivisi in tre salti. Montefalco e i suoi pregiati vini, Norcia il tartufo nero e il prosciutto Igp e poi ancora Castelluccio, nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini in cui si estende uno degli altipiani più belli dell’Italia centrale, ricco di biodiversità molte delle quali in via d’estinzione.
Il Rinascimento con le opere del Perugino e del Pinturicchio. La Basilica di San Francesco ad Assisi con gli affreschi (1200 – 1300) di Cimabue e Giotto.

Cascata delle Marmore - Ferentillo - Scheggino - Cascia - Norcia - Castelluccio di Norcia

DSCN5570 Copia
DSCN5570 Copia
DSCN4854

Sport in Valnerina

Palestra? No, grazie… Preferisco fare sport in Valnerina. Trekking, bike e rafting, per ritrovare sprint fisico e tranquillità.

Cascata delle Marmore: inserita nel Parco Fluviale del Nera, con i suoi 165 metri d’altezza suddivisi in tre salti, è la più alta d’Europa. L’area turistico – escursionistica è percorsa da sentieri che offrono scorci panoramici e consentono di raggiungere tramite scalette e ponticelli il cuore della Cascata, dove il fiume Nera accoglie lo spettacolare tuffo del Velino.

Procedendo in auto o in bici direzione Spoleto si raggiunge Ferentillo, all’interno della cripta romanica della chiesa di Santo Stefano nel piccolo centro, sono conservate alcune mummie scoperte nel 1805 sono una ventina i corpi mummificati. La miracolosa conservazione dei cadaveri è dovuta all’atmosfera secca dei sotterranei, unita all’azione di particolari microorganismi.

L’itinerario alla scoperta dell’Umbria ci conduce a Scheggino che ospita l’Activo Park, il più grande parco tematico in Umbria dedicato alle attività outdoor, dall’escursionismo ai giochi ecologici, dai corsi alla didattica, dallo sport di montagna alla passeggiata nella natura, emozioni e divertimento assicurato per adulti e bambini.

A tu per tu con l’essenza dell’Umbria

La prima parte del nostro itinerario si snoda tra Cascia e Roccaporena, i luoghi che hanno accolto la straordinaria vita di Santa Rita. In particolare a Cascia non si può prescindere dalla visita alla Basilica e il Monastero di Santa Rita, veri e propri centri religiosi di fama mondiale dove sono presenti numerose testimonianze del percorso della Santa degli Impossibili. L’itinerario prosegue poi a Roccaporena dove si raggiunge lo Scoglio di Santa Rita sulla cima di un massiccio roccioso ( 827 metri di altitudine, ben 120 metri dal livello del paese) sul quale la Santa avrebbe lasciato il segno delle ginocchia e dei gomiti. Altri luoghi d’interesse sono la Casa della Santa e l’Orto del Miracolo, dove (nel 1447) in pieno inverno, sbocciò una rosa…

Si passa poi all’Umbria dei sapori e delle bellezze paesaggistiche con la visita a Norcia e Castelluccio.
Norcia, uno dei centri più caratteristici della Valnerina per le sue eccellenze agroalimentari. Protagonisti indiscussi il tartufo nero pregiato, il prosciutto Igp e l’arte della norcineria in generale. Da non perdere anche la cioccolateria Vetusta Nursia, lungo la strada che conduce all’incantevole altipiano di Castelluccio, nel cuore dei Monti Sibillini scenario mozzafiato con la vastità del Piano dove è possibile assistere allo straordinario spettacolo della “fiorita”. In questa area gli esperti contano circa 1800 specie vegetali, delle quali almeno un centinaio sono piante rare.

“Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata” (Albert Einstein)